CARLO ALBERTO ON AIR
Si accendono i riflettori. Silenzio in studio.
Tempo di darsi da fare, tempo per le buone idee...

Il Collegio è una fabbrica. Una fabbrica un po’ speciale, perché quello che produce sono idee.

Non hanno un peso fisico, le idee, non devono essere trasportate da un luogo all’altro. Oggi viaggiano sulla rete.

Le nostre idee, le idee che si producono al Collegio come in tanti altri centri di ricerca, hanno una base scientifica: il Carlo Alberto ospita, nella sua sede fisica e in quella virtuale, una comunità di pensatori che applicano il metodo scientifico. Ciascuno per la sua disciplina.

In queste settimane difficili, quasi di vita sospesa, abbiamo pensato d’invitarvi a casa dei nostri scienziati, a fare conversazione con loro. Certo, per ora sarà una conversazione a una voce. Ma ne vale la pena.

Alcune/i di loro hanno deciso parlarvi di faccende legate all’epidemia da coronavirus. Saranno considerazioni svolte da diversi punti di vista: economico, sociale, giuridico.

Altre/i hanno voluto parlare di questioni (come il genere, la famiglia, l’istruzione) che ci accompagnano anche in tempi normali, ma che forse in questi giorni silenziosi si possono raccontare con calma, senza alzare la voce.

Il nostro piccolo palinsesto è work in progress, potrà variare e arricchirsi nei prossimi giorni. Per ora vi proponiamo le nostre conversazioni.

È partita dal 3 aprile la serie delle:

  • CONVERSAZIONI AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Stiamo lavorando a una seconda serie, che s'intitolerà:

  • CONVERSAZIONI SU ECONOMIA, LAVORO E GENERE

Programma

Presentazione del ciclo Carlo Alberto on Air

GIORGIO BARBA NAVARETTI
Vicepresidente Fondazione Collegio Carlo Alberto

Conversazioni ai tempi del Coronavirus